skip to Main Content
Creazione Di Sito In Staging

Sito in staging: cos’è e come crearlo

Quante volte vi è capitato di lavorare direttamente su un sito in produzione, aggiungendo o aggiornando plugin, inserendo stringhe di codice o lavorando sulle funzionalità, causando un down momentaneo? C’è un modo, relativamente semplice, per testare tali modifiche senza influire sul tuo sito live. Scopriamo come.

L’ambiente staging è quello che serve. Un sito clone del tuo sito web, che solitamente viene utilizzato per effettuare tutti i test e le modifiche senza incidere sul dominio principale. Su un sito di staging puoi effettuare in modo sicuro tutti gli aggiornamenti di temi, plugin, html, css e quant’altro, e poi, a funzionamento assodato, trasferirli sul sito live.

Cos’è un sito di staging?

[ torna al menu ]

Un sito di staging è una fedele copia del tuo sito web che è situato su un sottodominio del tuo sito (ad esempio, tuosito.staging.it; tuosito.it/staging; ecc.), non deve essere indicizzato sui motori di ricerca. Le modifiche apportate su questo sito di test non incidono sul tuo sito in produzione.

È importante che il sito in staging sia “allineato”: questo permette di avere un ambiente estremamente simile al sito in produzione.

Definito anche come sito di test o di sviluppo, proprio per questi motivi, il sito in staging può anche essere completamente offline, privato o anche archiviato su un computer locale.

Attenzione, però!

Il sito in staging è diverso da un ambiente di sviluppo locale. Quest’ultimo, forse ben più noto, non sempre funziona sul server live: può succedere che qualcosa che funziona in local, poi non funziona nel sito in produzione, poiché non eseguono lo stesso ambiente.

Questo non accadrebbe sul sito in staging, che invece è ospitato sullo stesso hosting del sito online.

_______________________________________
Leggi anche: Instagram Reel Ads: come creare un’inserzione
_______________________________________

Insomma: puoi continuare a fare test direttamente sul sito online, aggiungere o aggiornare plugin e temi. Ma sicuro di non voler stare tranquillo effettuando prima un test su un sito di staging?

Cosa si può fare su un sito di staging?

[ torna al menu ]

Su un sito staging si possono effettuare in modo sicuro gli aggiornamenti e le modifiche a temi, plugin, funzionalità, css e html e tanto altro. Puoi dunque verificare, in un ambiente uguale al tuo sito, se queste modifiche causano problemi o down del sito. Quando ti sarai accertato che non intaccano le funzionalità e la navigazione in staging, potrai trasferire queste novità sul tuo sito live.

Quando si crea un sito di staging “copia carbone” di quello live, si genera dunque un luogo perfetto per la correzione di bug e per testare soluzioni a qualsiasi errore.

Nuovo sito web? Anche in questo caso, lo staging è fondamentale.

Infatti si può, in alternativa, ricreare un sito test completamente nuovo, così da cominciare ad ipotizzare il restyling oppure la creazione ex novo di un sito web.

Stai pensando di creare un nuovo sito web o vuoi modificare quello che hai?

Lo staging può anche servirti per lavorare ad un nuovo sito web, senza dover pubblicare live un sito incompleto o con dei problemi.

Come creare un sito in staging

[ torna al menu ]

Diciamolo subito: la creazione di un sito staging è molto più semplice rispetto a qualche anno fa. Da un po’ di tempo, infatti, molti servizi di hosting offrono il servizio di staging all’interno dei loro pacchetti.

Dunque, il primo modo per creare un sito staging è avere acquistato uno di questi pacchetti.

Ciò prevede intanto l’utilizzo di un CMS, come WordPress. Questo infatti, si appoggia a società di hosting che offrono di default il sito in staging: basta attivarlo con un clic.

In alternativa, sempre attraverso WordPress, stavolta con l’utilizzo di alcuni plugin, si può attivare il sito in staging facilmente.

Insomma, molto più semplice rispetto ad anni fa,
ma ancora complicato se non si è degli esperti della faccenda.

Il sito in staging è, per concludere, un’operazione intelligente, a prova di errori e necessaria per avviare il tuo nuovo sito web o per modificare quello che hai attualmente.

Se tutto ciò può sembrarti difficile: contattaci, ti aiuteremo noi!

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top