skip to Main Content

Facebook Reels: nuove opportunità per i creators

La moda dei contenuti video brevi e semplici lanciata da TikTok ha preso il sopravvento anche sugli altri social. La società di Mark Zuckerberg, infatti, dopo Instagram, ha di recente messo a disposizione i Reels anche per gli utenti di Facebook. Se volete sapere di più su come creare un Facebook Reel leggete il nostro approfondimento.

 

Facebook Reels: che cos’è

[ torna al menu ]
I Facebook Reels non sono nient’alto che video in formato verticale che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare negli ultimi anni su altri social. Parliamo, infatti, di contenuti, lanciati da TikTok e presenti già su Instagram , che consentono agli utenti di registrare e modificare video.

L’avvento di questi nuovi contenuti, infatti, lo si deve proprio a TikTok, la piattaforma cinese che ha rivoluzionato il panorama dei social network. Col passare del tempo, visto il successo riscosso da TikTok, e per non farsi sopraffare dalla concorrenza, Zuckerberg ha deciso di lanciare dei contenuti simili anche sulle sue piattaforme.

Vuoi cominciare la tua attività di advertising anche su Instagram Reel?

E allora ecco i Reels, prima su Instagram ed ora anche su Facebook. Insomma, agli occhi di molti un’ennesimo tentativo di “imitare” la concorrenza e cercare di spazzarla via. Sì, perché ricordiamo che già con le storie su Instagram la società a cui fa capo Zuckerberg aveva provato a mettere fuori dai giochi Snapchat.

Ma veniamo a noi. I Reels, come già anticipato, sono arrivati già da qualche tempo anche su Facebook. Questi video hanno una durata limitata di massimo 60 secondi, e permettono agli utenti di modificare e ritagliare i contenuti, applicare filtri, aggiungere canzoni. La peculiarità che li ha resi un contenuto molto apprezzato dagli utenti, è la facilità con cui un video può diventare virale. Infatti, a differenza di tutti gli altri contenuti, i video Reels sono visualizzati da un pubblico più vasto grazie all’algoritmo che li mostra agli utenti in target con il contenuto.

Come creare un Reel su Facebook

[ torna al menu ]

Per creare e pubblicare un Reel su Facebook non è richiesta nessuna laurea, né tantomeno un’esperienza pluriennale in video editing. Basta solamente armarsi di un po’ di creatività e tempo, ed il gioco è fatto. Innanzitutto, bisogna chiarire che i contenuti Reels possono essere creati solamente da mobile, per questo bisogna predisporre dell’app sul proprio cellulare.

Dopodiché, una volta aperta l’app, nella parte superiore del feed (tanto per intenderci, dove sono presenti le storie) trovate la sezione Reel posizionata, appunto, tra Storie e Stanze. Da lì, basta cliccare su “Crea un Reel” per iniziare a costruire un nuovo contenuto video.

Potete scegliere di registrare il video direttamente dall’app, oppure aggiungerne uno dalla galleria del vostro cellulare. Inoltre, avete a disposizione una serie di strumenti per editare il video, come: audio, durata, velocità del video, effetti, il timer per registrare e infine la modalità Green screen.

I video Reels possono essere creati direttamente su Facebook, oppure è possibile condividere gli stessi contenuti realizzati sulla piattaforma “sorella” Instagram.

Una volta pronto, il video può essere pubblicato. Esso sarà possibile visualizzarlo sul vostro profilo, oltre che nell’apposita schermata dedicata ai Reels. Inoltre, come già anticipato, a differenza di tutti gli altri contenuti che è possibile condividere su Facebook, i Reels hanno la possibilità di arrivare ad un numero di utenti più elevato. Per farlo, basta scegliere tra le opzioni di privacy la voce “Tutti” per far sì che il video sia visibile a chiunque, e non solo agli amici.

Facebook Reels: i guadagni dei creators

[ torna al menu ]

I creators rappresentano oggi un elemento di grande valore per i social. Ogni giorno, con i loro contenuti, attraggono sulle varie piattaforme milioni e milioni di persone, il che significa maggiori entrate per i loro proprietari. Già da qualche anno, però, obiettivo primario dei vertici di questi social è incentivare i creators prevedendo per essi dei compensi monetari.

Anche con l’entrata dei Reels su Facebook, la società di Mark Zuckerberg ha lanciato un programma di sostegno per i creators, che è parte di un investimento di un miliardo di dollari. Esso prevede guadagni fino a 35.000$ al mese in base al numero di visualizzazioni dei Reels ideonei.

La società ha anche affermato:

Nei prossimi mesi lanceremo questo programma di sostegno per i creators in più paesi possibili, per far sì che essi possano sostenere la loro attività grazie ai contenuti più apprezzati dalle loro community.

Tra le opportunità di monetizzazione con Facebook Reels, la società sta anche sperimentando proventi derivanti dagli annunci pubblicitari e dai fan. Nel primo caso, sono previsti due formati di ads overlay: un banner semi-trasparente nella parte inferiore del Reel e un’immagine statica (sticker ads) che il creator può decidere dove posizionare. Entrambe, senza mai interrompere la fruizione del video.

_____________________________________________________
Leggi anche: Instagram Reels Ads: come creare un’inserzione
_________________________________________________________

Per quanto riguarda invece i sostegni da parte degli utenti, Meta sta iniziando a sperimentare in alcuni paesi una nuova opportunità di monetizzazione chiamata “Stars“. Questa modalità prevede l’acquisto e l’invio di stelle, da parte degli utenti, mentre stanno guardando i Reels. Il tutto, ovviamente, per supportare l’attività dei loro creators preferiti. Un po’ come accade già su “Twitch”.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top